CONVITTO MACERATA

Corso ad Indirizzo Musicale

Print Friendly, PDF & Email

FOREVER-SITO

COS’È’ IL CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE

 

 

Il corso ad Indirizzo Musicale offre la possibilità di intraprendere lo studio di uno strumento musicale.

Gli strumenti musicali presenti nel nostro Istituto sono:

CHITARRA, FLAUTO, PIANOFORTE, VIOLINO

Insegnanti a.s 2016/17

Prof. Nicola Basilico – chitarra

Prof.ssa Marta Montanari – Flauto

Prof. Giulio Starnoni – pianoforte

Prof. David Taglioni- violino

L’insegnamento di uno strumento musicale nella scuola media prende il via in forma di sperimentazione in tutto il territorio italiano, negli ultimi anni ’70.

Il primo decreto ministeriale del 1979 e il secondo del 13 febbraio 1996, sono i primi due passi che sanciscono e regolamentano lo studio di uno strumento musicale nella scuola media, e permettono l’apertura di nuovi corsi in via sperimentale.

Con la Legge n.124 del 3 maggio 1999 vengono ricondotti ad ordinamento i corsi ad indirizzo musicale: la materia “strumento musicale” diventa a tutti gli effetti curricolare e il docente in sede di valutazione periodica e finale esprime un giudizio analitico. In sede di esame di licenza viene verificata la competenza raggiunta

 

Il corso ad indirizzo musicale non va confuso con laboratori o altre attività musicali ma si configura come specifica offerta formativa organizzata con le modalità previste dal D.M. 201/99.

Organizzazione

Due lezioni settimanali pomeridiani di un’ora tra il lunedì e il venerdì dedicate alla lezione individuale ed alla musica d’insieme

Esame di ammissione

L’ammissione degli alunni richiedenti l’Indirizzo musicale si svolgerà nel mese successivo alle iscrizioni ed è subordinata al superamento di una prova orientativo-attitudinale predisposta dalla scuola.

L’art. 2 del D.M. 6 agosto 1999 n.201 afferma infatti che: “Le classi in cui viene impartito l’insegnamento di strumento musicale sono formate secondo i criteri generali dettati per la formazione delle classi, previa apposita prova orientativo-attitudinale predisposta dalla scuola per gli alunni che all’atto dell’iscrizione abbiano manifestato la volontà di frequentare i corsi.”

Tale prova si basa su di un test volto a verificare capacità quali: riconoscimento dell’altezza dei suoni, senso ritmico e melodico.

Per l’accesso alla prova all’alunno/a non è richiesta alcuna conoscenza musicale obbligatoria pregressa.

Criteri di assegnazione dello strumento

La Commissione preposta alla prova assegnerà lo strumento, sulla base del punteggio rilevato e tenendo conto delle preferenze espresse candidato.

In caso di rinuncia la commissione, seguendo l’ordine di graduatoria,  proporrà all’alunno successivo in ordine di idoneità l’assegnazione del posto disponibile.

Queste operazioni di assegnazione dovranno concludersi entro 20 giorni dalla pubblicazione della graduatoria pubblicata all’Albo d’Istituto, scaduti i quali sarà pubblicato l’elenco definitivo degli alunni ammessi e delle classi di strumento.

Attività

Uscite sul territorio per esecuzioni strumentali, Concerto di Natale, Concerto di fine anno,  eventuali partecipazioni a concorsi e manifestazioni cittadine. Disponibilità a progetti in continuità con la scuola primaria, integrabili nel più ampio contesto della musica di insieme, che tanto spazio ha nel nostro istituto.

Linee guida per l’organizzazione dell’indirizzo musicale

Frequenza

-Il corso ad indirizzo musicale è facoltativo nella scelta (all’atto della domanda di iscrizione al Convitto) ma, una volta ammessi, l’alunno è tenuto a frequentare l’intero triennio di corso.

-Non è consentito cambiare strumento nel corso del triennio;

– Non è consentito ritirarsi nel corso del triennio

– Le assenze dalle ore pomeridiane devono essere giustificate il mattino successivo all’insegnante della prima ora . Per eventuali entrate e/o uscite anticipate vale il regolamento generale di Istituto.

-Gli studenti che hanno frequentato l’indirizzo musicale sono chiamati a dimostrare, all’interno dell’Esame di Stato conclusivo del Primo Ciclo di Istruzione, anche la competenza musicale raggiunta al termine del triennio, sia sul versante della pratica esecutiva, individuale e/o d’insieme, sia su quello della conoscenza teorica.

Strumento

-Agli alunni frequentanti il corso musicale che ne fanno richiesta, il Convitto mette a disposizione gli strumenti musicali. Questi sono concessi in prestito per il   triennio.

E’ solo richiesta una quota annuale per la manutenzione.

-Non è possibile cambiare l’orario personale stabilito all’inizio dell’anno scolastico, salvo diversa decisione del Dirigente Scolastico (in conseguenza di valide e comprovate motivazioni);

-Durante l’anno scolastico, in previsione di concerti, manifestazioni, partecipazione a concorsi e rassegne, è possibile una variazione dell’orario pomeridiano (accorpamento di più ore per prove d’insieme). Di tale variazione sarà data preventiva comunicazione alle famiglie degli interessati.

-Sarà possibile prevedere viaggi di istruzione della durata di più giorni, in previsione della partecipazione a concorsi e/o rassegne musicali.

Convenzione con il Conservatorio Statale di Musica “G. Rossini” di Pesaro.

Dall’anno scolastico 2012.13 il Convitto “G. Leopardi” di Macerata ha all’attivo una convenzione con il Conservatorio di Musica “G. Rossini” di Pesaro che opera sia a livello didattico-culturale sia per avviare l’iter amministrativo volto all’istituzione di un Liceo Musicale come forma di prosieguo degli studi musicali.

Collaborazioni nel territorio.

-Il Convitto Nazionale “G. Leopardi” organizza spettacoli in collaborazione con l’Associazione Musicale Appassionata di Macerata, ente organizzatore delle stagioni concertistiche in ambito comunale e non solo. Inoltre partecipa ai concerti organizzati dell’ente accompagnando gli alunni agli stessi.

-E’ anche attiva una collaborazione con la Scuola di Musica “Don Ennio Salvadei”, sita a Villa Potenza di Macerata, in occasione di saggi, concerti e spettacoli musicali